• Avanti c'è posto. Immigrati ieri e oggi
Avanti c'è posto. Immigrati ieri e oggi

Avanti c'è posto. Immigrati ieri e oggi

Avanti c'è posto! Posto per tutti? Sembrava proprio di sì in quei primi anni '60. In molti erano accorsi nelle capitali industriali del nord in cerca di lavoro e fortuna. Era un'epoca di rinascita per il Paese, che assaporava il benessere e si apriva al mondo dei commerci. Durò poco quell'euforia collettiva. Sul finire degli anni '60 e per buona parte dei '70 le grandi città diventarono teatro di rivolte sociali: contestazioni studentesche e sindacali, scioperi e barricate, brigatisti e celerini. L'autore, immigrato della prim'ora, parte da quegli anni e descrive il travaglio di coloro che avevano lasciato le terre assolate del meridione. Vedi di più